La dieta chetogenica può salvare milioni di persone.

Il titolone è apparso qualche settimana fa sul Daily Mail, quotidiano inglese dalla altissima tiratura, e si riferisce ad uno studio che conferma la remissione del diabete di tipo 2 in presenza di una grossa perdita di peso ponderale, che è raggiungibile in poche settimane con una dieta Chetogenica Low Carb, una delle cosiddette VLCKD, Very Low Calorie Ketogenic Diet.

Il Sistema Sanitario Nazionale Inglese (NHS) spera infatti di poter salvare milioni di pazienti con un trattamento che definisce “rivoluzionario” e che consiste in una dieta molto rigida praticata con i cosiddetti “Shakes and Soup”, ovvero zuppe e beveroni.

Simon Stevens, Chief Executive del NHS, spiega che i casi di diabete di tipo 2 sono più che raddoppiati nel giro di pochi anni e che questa malattia, fortemente collegata al peso in eccesso, aumenta il rischio di cancro, di attacchi cardiaci e altre patologie connesse al diabete di tipo 2.

Lo studio citato dall’articolo, che trovate a questo link, è molto chiaro.

Lo studio ha comportato l’analisi di 298 persone messe a dieta con una VLCKD con “Shakes e Soups” e ha dimostrato che il 46% dei pazienti ha ottenuto una REMISSIONE della malattia (ovvero una guarigione completa) nel giro di un anno.

Lo studio è stato pubblicato su Lancet a dicembre 2017 e rappresenta una speranza sia per i pazienti che hanno a che fare con questa terribile malattia cronica, che con i vari sistemi sanitari nazionali, che vedono il numero dei pazienti aumentare inesorabilmente di anno in anno.

Il rischio non è infatti soltanto per la longevità dei pazienti, è anche per il diritto all’assistenza sanitaria gratuita. A fronte dell’aumento dei malati causato da stili di vita pessimi, un diritto collettivo come la sanità pubblica viene messo in discussione a causa dei costi crescenti.

Leggi anche  Chetosi, il segreto per Dimagrire?

E’ necessario che i cittadini prendano coscienza che è l’eccesso di peso il problema e che contattino un nutrizionista per lavorare ad una terapia dietologica (magari una VLCKD) per risolvere i loro problemi una volta per tutte, PRIMA che si sviluppi il diabete di tipo 2.

Facebook Comments