A dirlo una ricerca della Western Norway University of Applied Sciences di Bergen.

Un recente studio norvegese pubblicato sulle pagine della rivista specializzata Diabetologia afferma che la solitudine potrebbe raddoppiare la probabilità di sviluppare il diabete. L’analisi si basa sulla disamina delle cartelle cliniche di 24.024 soggetti, tutti inizialmente senza diabete. I ricercatori hanno individuato i soggetti classificati come “sofferenti di solitudine”, che all’inizio della ricerca rappresentavano il 13 per cento del campione. Nei 24 anni successivi, 1.179 di questi si sono ammalati di diabete.

dieta chetogenica diabete

Nel confronto dei dati è emerso che a parità di tutti gli altri fattori, quelli che in principio si erano dichiarato “molto soli” correvano un rischio doppio, rispetto a chi non aveva lamentato solitudine, di ammalarsi di diabete.

Leggi anche  Overdose insulinica: come può aiutare una dieta chetogenica?