Lipedema: una patologia spesso fraintesa.

Il lipedema è una malattia cronica caratterizzata da un accumulo anomalo di grasso, prevalentemente nelle estremità inferiori. Spesso confuso con l’obesità, presenta meccanismi patologici distinti e può colpire anche individui di peso normale. Questo accumulo provoca dolore, infiammazione e compromissione della mobilità, riducendo significativamente la qualità della vita.

Un recente studio della Società Italiana di Scienze Motorie e Sportive (SISMeS) e della Società Italiana di Flebologia (SIF) evidenzia come l’esercizio fisico (EF) sia fondamentale nella gestione del lipedema. Sebbene il lipedema sia resistente a diete e EF, quest’ultimo emerge per il suo ruolo chiave nel miglioramento delle funzioni mitocondriali, del drenaggio linfatico e nella riduzione dell’infiammazione.

Gli esercizi in acqua e il potenziamento muscolare sono particolarmente efficaci nel ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita dei pazienti. Tuttavia, mancano linee guida standardizzate per la prescrizione dell’EF, sottolineando la necessità di ulteriori ricerche per ottimizzare le strategie terapeutiche. Lo studio, accettato il 17 giugno 2024, è stato condotto da un team di esperti tra cui Giuseppe Annunziata, Antonio Paoli, Vincenzo Manzi, e molti altri. Essi hanno analizzato vari tipi di esercizi e il loro impatto sul lipedema, fornendo raccomandazioni basate su evidenze cliniche. In particolare, l’esercizio fisico è stato identificato come uno strumento terapeutico non farmacologico efficace, nonostante la resistenza della condizione a diete ed esercizi intensi.

Il documento suggerisce che l’EF, integrato in un approccio multidisciplinare, può offrire significativi benefici fisiologici e psicologici ai pazienti con lipedema. È fondamentale sviluppare programmi di EF su misura per le diverse fasi della malattia, migliorando così la qualità della vita di chi ne soffre.

Leggi anche  Alimentazione e declino cognitivo. Esiste una relazione?

Firmatari dello studio 

Tra gli autori dello studio figurano Giuseppe Annunziata, Antonio Paoli, Vincenzo Manzi, Elisabetta Camajani, Francesco Laterza, Ludovica Verde, Xavier Capó, Elvira Padua, Antonino Bianco, Attilio Carraro, Angela Di Baldassarre, Laura Guidetti, Samuele Maria Marcora, Stefania Orrù, Antonio Tessitore, Roberto Di Mitri, Lucia Auletta, Angela Piantadosi, Mario Bellisi, Edmondo Palmeri, Silvia Savastano, Annamaria Colao, Massimiliano Caprio, Giovanna Muscogiuri e Luigi Barrea. La loro collaborazione ha permesso di ottenere una visione completa e approfondita del ruolo dell’esercizio fisico nel trattamento del lipedema.

Referenze

  1. Allen E, Hines E, Hines E. “Lipedema of the legs: A syndrome characterized by fat legs and orthostatic edema.” Proc Staff Meet Mayo Clin. 1940.
  2. Verde L, et al. “Ketogenic diet: A nutritional therapeutic tool for lipedema?” Curr Obes Rep. 2023.
  3. Felmerer G, et al. “Adipose tissue hypertrophy, an aberrant biochemical profile and distinct gene expression in lipedema.” J Surg Res. 2020.

Per ulteriori dettagli, si può consultare il documento completo disponibile qui.