Il Pane Artigianale è migliore del pane industriale. Fa più bene alla salute sia nell’immediato che nel lungo periodo, migliorando il nostro metabolismo. Ci sazia di più, è più sano e nutriente. Ma come è possibile?

Lo abbiamo chiesto al Dottor Maurizio Fadda, professore dell’Università di Torino, che ci ha spiegato che il pane artigianale, per come è prodotto, influisce immediatamente sul nostro equilibrio metabolico, con un’azione sia immediata nel dopo pasto che nel lungo periodo, ovvero agendo sul colesterolo e sui trigliceridi, quindi i grassi.

Il pane integrale artigianale – spiega il Dottor Fadda – quello fatto dal panettiere con una lunga lavorazione per intenderci, magari prodotto con farine integrali realizzate da un produttore biologico, ha 3 principali caratteristiche positive rispetto al pane cosiddetto industriale.
  1. Il pane artigianale ha la caratteristica di aumentare la sua fermentazione a livello intestinale, producendo un microbioma migliore per il nostro organistico;
  2. riduce i picchi glicemici post prandiali, facendoci assorbire i carboidrati in modo più lento;
  3. ha anche un effetto migliorativo anche dal punto di vista lipidico, sui trigliceridi e colesterolo.

Il meccanismo fondamentale è sicuramente diminuire i picchi di insulina dopo il periodo alimentare. La riduzione del picco di insulina provoca un assorbimento glucidico più lento, l’insulina non si  alza troppo velocemente e non si riabbassa troppo velocemente e questo va ad influire su quello che viene chiamato l’equilibrio gluco metabolico, cui i lipidi (i grassi) sono strettamente legati.

Facebook Comments

Leggi anche  La Nutraceutica 3.0 - Dove i farmaci non arrivano