Breve Guida a Proteine e Aminoacidi durante una dieta. Cosa c’è da sapere e cosa da approfondire.

Qual è il ruolo delle proteine e degli aminoacidi nell’organismo? Cosa cambia nel loro utilizzo da parte del nostro corpo durante una dieta?

Le proteine e gli aminoacidi sono fondamentali nel nostro metabolismo quotidiano.

Una piccola guida potrà essere utile ai nostri lettori meno esperti per documentarsi in maniera chiara su come funziona questo macronutriente e su come gli aminoacidi agiscono nel nostro organismo.

Per cominciare la nostra guida alle proteine e amminoacidi, non possiamo che cominciare da una spiegazione generale.

Le proteine sono biomolecole(o macromolecole) costituite da catene di amminoacidi legati uno all’altro da un legame peptidico

Le proteine svolgono una vasta gamma di funzioni all’interno degli organismi viventi, tra cui la catalisi delle reazioni metaboliche, funzione di sintesi come replicazione del DNA, la risposta agli stimoli e il trasporto di molecole da un luogo ad un altro. Le proteine differiscono l’una dall’altra soprattutto nella loro sequenza di amminoacidi.

Gli Amminoacidi sono i mattoni delle Proteine. Sono 20, ma alcune ricerche suggeriscono l’esistenza di altri 3 amminoacidi, e sono utilizzati dal nostro corpo per sintetizzare le proteine.

Il nostro corpo riesce a sintetizzare alcuni di questi amminoacidi, ma altri devono essere per forza introdotti dall’esterno, attraverso l’alimentazione, e sono i cosiddetti amminoacidi essenziali.

Ma a cosa servono le proteine e gli amminoacidi durante una dieta?

Le Proteine sono un nutriente molto importante durante una dieta perchè favoriscono il senso di sazietà, aiutando il paziente a seguire la dieta in modo scrupoloso, e perchè aiutano a prevenire la perdita di massa magra.  

L’assunzione di proteine ha dimostrato di avere un effetto dose-risposta sulla composizione del peso che viene perso durante una dieta a ridotto consumo energetico, così come sull’appetito.

Quante proteine bisogna mangiare durante una dieta a bassissimo apporto di calorie?

Al fine di prevenire o attenuare la perdita di massa magra durante la restrizione energetica nelle persone in sovrappeso o con obesità, l’ideale è un apporto proteico compreso tra 0,8 e 1,2 g per kg di peso corporeo reale al giorno.  

E’ vero che le proteine aiutano a calmare la fame e preservare i muscoli?

L’attenzione sulle proteine come nutriente spesso si pone sul loro effetto termogenico e saziante e, quando incluse come parte di una dieta per il calo ponderale, sulle loro capacità di preservare la massa corporea magra.

Inoltre, il consumo di moderate quantità di proteine ad elevata qualità ad ogni pasto è in grado di stimolare in modo ottimale la sintesi proteica muscolare nelle 24 ore e fornisce una piattaforma alimentare favorente il mantenimento della massa muscolare e della sua funzionalità, senza per questo mettere a rischio la gestione del peso in individui in sovrappeso e obesi.

Le proteine fanno bene alla salute?

Le proteine della dieta hanno il potenziale di un nutriente fondamentale per molti risultati sulla salute, e i benefici potrebbero essere accresciuti quando combinate con un’adeguata attività fisica.  

Cosa c’entrano gli Amminoacidi con le Proteine?

Gli amminoacidi sono classificati come essenziali o superflui, sulla base della capacità dell’organismo di sintetizzare gli amminoacidi a partire da altre fonti di carbonio.

Per questo motivo, quando si parla di Qualità Proteica nei pasti, ci si riferisce a quanto i vari alimenti siano fornitori degli amminoacidi necessari a sintetizzare le proteine necessarie al nostro corpo.

Sono meglio le proteine di origine animale o vegetale?

Fermo restando il limite già citato sopra, durante una dieta ipocalorica è comunque consigliato mantenere la quota di proteine tra gli 0,8 agli 1,2 grammi per Kilogrammo di peso.

Sono moltissimi gli alimenti che contengono proteine che hanno un buona “qualità proteica”, sia tra la carne che tra i vegetali.

Quello cui bisogna stare attenti è anche la presenza nella dieta di alimenti con amminoacidi essenziali.

Le fonti delle proteine della dieta sono abbastanza diverse per quanto riguarda il loro contenuto in amminoacidi: ad esempio, la lisina è scarsamente rappresentata nelle proteine dei cereali, e la metionina è scarsamente rappresentata nelle proteine dei legumi.

Così, la qualità proteica, che è definita come la capacità delle fonti di una proteina alimentare di soddisfare i bisogni metabolici per proteine e amminoacidi essenziali, è anche importante quando si considerano i fabbisogni proteici.

Ma non si dovevano consumare poche proteine?

Le proteine, così come tutti gli altri macronutrienti, si devono consumare nelle giuste quantità sulla base del proprio corpo e del proprio stile di vita.

Detto questo, il messaggio di consumare proteine con moderazione è forse una reazione a un vasto e globale aumento dell’apporto proteico per quelli che cercano di aumentare la propria massa muscolare, esagerando con l’assunzione di proteine.

Oltre i limiti giornalieri di assunzione di proteine, che variano per le persone che non sono in dieta, il corpo non assume altre proteine. Per cui esagerare con le proteine non solo non serve, ma nel medio periodo può creare dei problemi.

Il messaggio generale è quello di un uso bilanciato e moderato di proteine, per assicurare un appropriato bilancio energetico.

Occhio quindi a non esagerare neanche dall’altro lato. Un apporto troppo limitato di energia proveniente dalle proteine, dovrebbe essere compensato da un aumento dell’apporto energetico di carboidrati e grassi, che sono problematici per la glicemia, per l’obesità e per il diabete di tipo II

La parola d’ordine quindi è sempre: dieta bilanciata e movimento.   

 

Facebook Comments