Il 27 e 28 giugno a Roma si svolgerà la III edizione del G8 delle Diete Chetogeniche.

Un pool di massimi esperti nazionali ed internazionali e di altrettanto competenti discussant dibatteranno con le più accreditate argomentazioni scientifiche sullo stato dell’arte delle possibili applicazioni delle Diete Chetogeniche nelle otto aree cliniche più citate in questi ultimi anni dalla letteratura. Tra queste si tratterà anche il tema dell’infertilità di coppia.

Gli studi scientifici che sono stati pubblicati negli ultimi anni hanno mostrato che i corpi chetonici possono essere considerati dei veri e propri farmaci antinfiammatori e antiossidanti e possono essere di supporto anche per la funzione riproduttiva. A parlarne in un panel dedicato ci saranno il Professor Aldo E. Calogero, Professore Ordinario di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Catania e  Andrea Isidori, Professore Ordinario di Endocrinologia, Sapienza Università di Roma Presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità.

Il controllo dell peso è un must necessario per una buona capacità riproduttiva e alla luce del fatto che oggi per questo e tanti motivi, stili di vita extra alimentari, stress la fertilità negli esseri umani è in difficoltà. In tal senso una dieta chetogenica VLCKD favorendo una rapida perdita di peso può giocare anche ad un alto fattore sociale che ha a che fare con il fatto che si fanno figli in un’età più avanzata rispetto a decenni fa. Una donna un pò avanti con gli anni non può impiegare due anni per perdere peso e tornare al peso forma. E’ necessaria una strategia tempestiva quale quella delle VLCKD. Di questo e altro si parlerà il 27 e 28 giugno a Roma.

Leggi anche  Dieta chetogenica contro la fatica nella sclerosi multipla: benefici e opportunità

Il programma per intero:

L’incontro che si svolgerà con un selezionato pubblico in presenza, sarà trasmesso anche in diretta streaming. Si parte martedì 27 giugno con l’introduzione di Annamaria Colao – Presidente Società Italiana di Endocrinologia (SIE) e Loreto Gesualdo – Presidente Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (FISM). L’incontro proseguirà con i seguenti interventi:

 Ore 15.30 | I SESSIONE  | Moderatore: Giovanni Spera

The role of ketogenic diet in human health and diseases Mikiko Watanabe, Ricercatrice, specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Dipartimento di Medicina Sperimentale, Sapienza Università di Roma e Immaculata De Vivo, Professor of Medicine, Harvard Medical School, Professor of Epidemiology, Harvard T.H. Chan School of Public Health, HSPH Harvard-Boston, USA 

Terapia farmacologica dell’Obesità: vs o con VLCKD?Lucio Gnessi e Rocco Barazzoni 

Le diete chetogeniche per l’infertilità di coppia | Aldo E. Calogero, Professore Ordinario di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Catania e  Andrea Isidori, Professore Ordinario di Endocrinologia, Sapienza Università di Roma Presidente della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità

Una “terapia dietetica” per psoriasi ed acne | Luigi Barrea, Professore Associato in Scienze e Tecniche Dietetiche Applicate, UOC di Endocrinologia, A.O. Universitaria Policlinico Federico II, Napoli e  Giuseppe Monfrecola, Presidente SIDeMaST – Società Italiana di Dermatologia e delle Malattie Sessualmente Trasmesse, Napoli 

Selezione e presentazione quesiti in streaming | Mikiko Watanabe 

Mercoledì 28 giugno | Ore 9.00 | II SESSIONE | Moderatore: Giovanni Spera 

Il ruolo delle Diete Chetogeniche per la gestione del DMT2Felipe Casanueva, Molecular Endocrinology Group, Instituto de Investigacion Sanitaria (IDIS), Complejo Hospitalario Universitario de Santiago, CIBER de Fisiopatologia de La Obesidad y Nutricion (CIBERobn), Instituto de Salud Carlos III, Madrid, Spain e Francesco Giorgino, Professore Ordinario di Endocrinologia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Direttore U.O.C. di Endocrinologia, A.O.U. Policlinico Consorziale di Bari

Leggi anche  Chetogenica e Diabete di Tipo 2: il contributo della Dott.ssa Simona Ferrero

Il possibile uso dell’induzione alimentare di chetosi in oncologia |  Antonio Paoli, Professore Ordinario di Scienze dell’Esercizio Fisico e dello Sport, Dipartimento di Scienze Biomediche, Prorettore al Benessere e allo Sport, Università degli Studi di Padova e  Francesco Schittulli, Senologo e Chirurgo Oncologo, Presidente Nazionale LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), Bari 

Scompenso cardiaco e riabilitazione cardiologica: nuovi farmaci e dieta  |
Massimiliano Caprio, Ordinario di Endocrinologia Università di San Raffaele, Responsabile Laboratorio di Endocrinologia Cardiovascolare, IRCCS San Raffaele, Roma e  Furio Colivicchi, Presidente ANMCO – Associazione Nazionale dei Medici Cardiologi Ospedalieri, Roma

LE DIETE CHETOGENICHE IN NEUROLOGIA

Dall’epilessia alle cefalee | Cherubino Di Lorenzo, Neurologo presso il Dipartimento di Scienze e Biotecnologie Medico Chirurgiche, Sapienza Università di Roma, Presidente Associazione Eupraxia, Roma  

Un ruolo della chetosi per le malattie neurodegenerative e l’invecchiamento cerebrale? | Giovanni Scapagnini, Professore Ordinario di Nutrizione Clinica Scienze Tecniche Dietetiche Applicate, Dipartimento di Medicina e Scienza per la Salute, Università degli Studi del Molise, Campobasso

Presentazione dello studio multicentrico, tramite la piattaforma FORME, di valutazione di efficacia e tollerabilità delle VLCKD nel sovrappeso e Obesità | Luigi Barrea 

Selezione e presentazione quesiti in streaming | Luigi Barrea

Ore 13.00 | Conclusioni 

L’evento si svolge con il coordinamento scientifico di Annamaria Colao e Giovanni Spera e con il contributo non condizionante di New Penta, azienda leader nella gestione del peso ad opera del Clinico. L’azienda lavora costantemente alla promozione di iniziative di carattere scientifico finalizzate all’approfondimento e alla conoscenza della dieta chetogenica nel mondo della nutrizione specialistica.

Per info e iscrizioni: www.g8keto.it