Che cos’è la dieta chetogenica? Perché si tratta si una strategia nutrizionale serie e ancor più perché é indispensabile scollocarla da tutte quelle mode, dai trend fai-da-te che brulicano su internet? E’ questa l’istanza di partenza di questa edizione della Ketogenic Diet Academy che si terrà a Firenze venerdì 20 e sabato 21 ottobre.

L’errore più diffuso, purtroppo anche tra coloro che lavorano nel settore della nutrizione, è considerare la dieta chetogenica come una sorta di “moda alimentare” o, peggio ancora, una panacea universale per la salute. Questo equivoco è alimentato dalla percezione errata che la dieta chetogenica possa sostituire completamente approcci nutrizionali ben radicati e scientificamente validati, come la celebre Dieta Mediterranea.

La Ketogenic Diet Academy (KDA), nell’ambito della sua lunga e autorevole attività educativa si è posta l’obiettivo cruciale di approfondire e aggiornare gli addetti ai lavori sugli aspetti più squisitamente scientifici e clinici che la ricerca più attuale ed accreditata fornisce costantemente. Le potenzialità dei corpi chetonici ormai sono sotto gli occhi di tutti e gli ambiti di azione della dieta chetogenica sono divenuti sorprendentemente ampi.

La KetogenicDiet Academy, con il supporto di esperti riconosciuti nel campo della nutrizione, è dedicata a fornire una prospettiva chiara, basata sulla scienza e completa sulla dieta chetogenica. L’obiettivo non è solo eliminare le incomprensioni, ma anche mostrare come questa dieta possa essere un potente strumento terapeutico, applicabile in diverse situazioni cliniche. 

L’evento di due giorni offrirà un’ampia gamma di argomenti, dalla teoria alla pratica, coprendo i diversi campi di azione della chetogenica che non riguardano solo la perdita di peso, ma ambiti sentiti e importanti quali:

Leggi anche  Disturbi dell'Alimentazione e l’importanza di un approccio multidisciplinare: se ne parla a Napoli con la SISDCA 

Controllo del diabete di tipo 2 : La dieta chetogenica può aiutare a regolare i livelli di zucchero nel sangue e migliorare la sensibilità all’insulina, il che la rende utile nel controllo del diabete di tipo 2.

Salute cardiovascolare: Alcune ricerche suggeriscono che la dieta chetogenica possa migliorare i fattori di rischio cardiovascolare, come la pressione sanguigna, i livelli di colesterolo e trigliceridi. Tuttavia, è importante essere cauti e consultare un medico prima di adottare questa dieta se si hanno problemi cardiaci preesistenti.

Epilessia: La dieta chetogenica è stata inizialmente sviluppata come trattamento per l’epilessia farmaco-resistente. È particolarmente efficace nei bambini con crisi epilettiche refrattarie ai farmaci.

Malattie Neurologiche: La dieta chetogenica è oggetto di studio per il suo potenziale nel trattamento di malattie neurologiche come l’Alzheimer, il morbo di Parkinson e la sclerosi multipla. Tuttavia, le ricerche sono ancora in corso per determinarne l’efficacia.

Performance Sportiva: Alcuni atleti e culturisti seguono la dieta chetogenica per migliorare la resistenza e la performance. La dieta può aiutare a utilizzare più efficientemente le riserve di grasso come fonte di energia durante l’esercizio.

Malattie della pelle: Difatti le manifestazioni cutanee associate all’iperinsulinemia cronica e all’iperglicemia sono molteplici quindi una strategia nutrizionale capace di tenere sotto controllo l’insulina è fondamentale anche nel quadro relativo alle problematiche della pelle. 

Controllo dell’appetito: La dieta chetogenica può aiutare a controllare l’appetito ea ridurre le voglie, il che può essere utile per coloro che cercano di ridurre l’assunzione calorica complessiva.

Salute mentale: alcune ricerche suggeriscono che la dieta chetogenica potrebbe avere benefici sulla salute mentale, inclusa la riduzione del rischio di depressione e ansia. Tuttavia, ulteriori studi sono necessari per confermare questi effetti.Fertilità: La relazione tra dieta chetogenica e fertilità è un argomento di interesse crescente nella comunità scientifica. Molti professionisti parlano di “miracolo metabolico” riferito alle capacità di questo percorso dietoterapico nelle finalità riproduttive.

Leggi anche  Dieta Chetogenica: un'analisi approfondita dei suoi effetti sulla sensibilità all'insulina

Si inizia venerdì 20 ottobre 2023 | Moderatore: Arrigo F. G. Cicero 

11.00 Ruolo delle diete chetogeniche nelle patologie legate all’alimentazione con comorbidità psichiatrica | a cura di Leonardo Mendolicchio

 11.45 La VLCKD, un alleato strategico per la gestione dell’obesità con chirurgia bariatrica | a cura di Cristiano Giardiello 

12.30 I nuovi farmaci e le diete chetogeniche nell’obesità: ruoli diversi per l’obiettivo comune della riabilitazione | a cura di Mara Boschetti 

13.15 Dalla teoria alla pratica: come programmare, elaborare e gestire i piani nutrizionali chetogenici | a cura di Daria Bongiovanni 

Moderatore: Luigi Barrea 

15.00 Chetosi, chetoni e salute cardiovascolare | a cura di Davide Grassi

 15.45 Ruolo e funzione delle KD nella gestione nutrizionale delle malattie neurodegenerative | a cura di Michela Barichella 

16.30 Casi clinici particolari: VLCKD in ambito gastroenterologico | a cura di Laura Tessieri 

17.15 Dalla teoria alla pratica: come programmare, elaborare e gestire i piani nutrizionali chetogenici | a cura di Daria Bongiovanni 

18.00 Conclusione dei lavori

sabato 21 ottobre 2023  | Moderatore Giovanni Spera 

09.00 Le diete chetogeniche per la salute del fegato e della permeabilità intestinale: rischio od opportunità? | a cura di  Giovanni De Pergola 

09.45 Chetosi nutrizionale indotta nelle malattie neurologiche: ruolo consolidato e prospettive future | a cura di Cherubino Di Lorenzo 

10.30 La gestione nutrizionale e farmacologica nel DMT2 trattato con diete chetogeniche | a cura di Simona Ferrero 

11.15 La VLCKD. Una nuova efficace arma per la salute riproduttiva di coppia Elisa Maseroli 

12.00 Dalla teoria alla pratica: come programmare, elaborare e gestire i piani nutrizionali chetogenici | a cura di Elisabetta Camajani 

14.30 Presupposti, acquisizioni e prospettive per l’uso dell’induzione alimentare di chetosi in oncologia | a cura di Maurizio Fadda 

15.15 Come incide sulla funzione renale l’uso di una terapia dietetica chetogenica | a cura di Adriano Bruci 

Leggi anche  Chi soffre di solitudine è più esposto al rischio di Diabete

16.00 Dalle interazioni tra microbiota e alimentazione al ruolo delle diete chetogeniche per una terapia nutrizionale personalizzata| a cura di Sabrina Basciani 
16.45 Dalla teoria alla pratica: come programmare, elaborare e gestire i piani nutrizionali chetogenici | a cura di Elisabetta Camajani

.