Mancano pochi giorni all’inizio della II Edizione del G8 delle Diete Chetogeniche.

Si tratta di un vero summit tra quelli che sono i massimi esperti della dieta chetogenica in ambito endocrino, metabolico e nutrizionale. Otto specifici argomenti, otto relatori che si confrontano con otto discussant davanti ad un pubblico in sala e online. 

Questo G8, dopo il successo della precedente edizione di Bologna, si posiziona come evento pre-congressuale di Nu.Me., l’evento annuale della Fondazione ADI

Questo G8 si svolgerà grazie al coordinamento scientifico dei Professori Giovanni Spera e Antonio Caretto e verterà ancora una volta sul potenziale delle diete chetogeniche nel contrasto a tutta una serie di patologie e processi infiammatori. 

La dieta chetogenica rappresenta una vera e propria terapia, utilizzata in diverse aree della medicina: dal trattamento del diabete tipo 2 e dell’obesità, a quello della Sindrome dell’Ovaio policistico, dell’epilessia farmaco-resistente, ma anche per l’emicrania, per il Morbo di Parkinson, per il Morbo di Alzheimer, per la sclerosi laterale amiotrofica, per i traumi cranici, come coadiuvante della terapia di alcuni tumori e oltre che per contrastare molte patologie su base infiammatoria, finanche nello scompenso cardiaco. Gli studi scientifici che sono stati pubblicati negli ultimi anni hanno mostrato che i corpi chetonici possono essere considerati dei veri e propri farmaci antinfiammatori e antiossidanti. Da qui la necessità di fare un refresh scientifico su un tema sempre più vasto e capillare in medicina. Da qui l’esigenza di un confronto ad altissimo livello tra gli specialisti che in attivo hanno importanti pubblicazioni in ambito medico-scientifico proprio sulla dieta chetogenica. Così nasce l’idea di un G8 delle diete chetogeniche. 

Leggi anche  Covid-19 e Vitamina D. Quale relazione?

I lavori inizieranno il 25 maggio 2022 con il tema Farmaci e Diete Chetogeniche per Obesità e Diabete.  Relatore LUCIO GNESSI | Professore ordinario di Scienze Tecniche Mediche Applicate, Dipartimento di Medicina Sperimentale, Sapienza Università di Roma. Discussant: FRANCESCO GIORGINO | Professore ordinario di Endocrinologia, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Direttore U.O. complessa di Endocrinologia, A.O.U. Policlinico Consorziale di Bari. 

_________________

Si prosegue con l’intervento della Dottoressa Annamaria Colao, Presidente SIE Professore ordinario presso il Dipartimento di Endocrinologia e Oncologia Molecolare e Clinica, Università Federico II di Napoli che parlerà di Psoriasi e PCOS con il discussant Giuseppe Malfi, Presidente ADI, Torino.

A seguire:

Si parlerà di Chetosi ed infiammazione con Antonio Paoli (Professor of Exercise and Sport Sciences. Head, Nutrition and Exercise Physiology Laboratory. Department of Biomedical Sciences. School of Medicine. Rector’s Delegate for Sport and Wellness. University of Padova) pioniere in Italia e nel mondo degli studi sull’uso clinico della chetosi indotta e il discussant Rocco Barazzoni (Presidente ESPEN Professore Associato di Medicina Interna presso il Dipartimento di Scienze Mediche, Università degli Studi di Trieste).

La giornata del 25 si chiuderà con l’esplorazione del problema dell’Infertilità a cura di Aldo E. Calogero (Professore ordinario di Endocrinologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Catania, Direttore della UOC di Endocrinologia, Malattie del Ricambio e della Nutrizione, AOU Policlinico “G.Rodolico – San Marco”, Università degli Studi di Catania) e Carlo Foresta (Professore ordinario di Endocrinologia, Università degli Studi di Padova, Direttore UOC di Andrologia e Medicina della Riproduzione, Centro di Crioconservazione dei gameti Maschili, Padova). 

Il G8 riprende GIOVEDÌ 26 MAGGIO 2022 

Leggi anche  La paura al tempo del coronavirus

Si parte con “Evoluzione e stato dell’arte delle Diete Chetogeniche” che vedrà l’intervento di Luigi Barrea (Professore associato in Scienze e Tecniche Dietetiche Applicate, UOC di Endocrinologia, A.O. Universitaria Policlinico Federico II, Napoli) e Luca Busetto, attuale presidente della Società italiana dell’Obesità (SIO), Professore Ordinario presso il Dipartimento di Medicina dell’Università Di Padova e co-presidente della Obesity Management Task Force (OMTF) dell’EASO (Società Europea per lo Studio dell’Obesità) che recentemente ha pubblicato il documento di consensus sulle diete chetogeniche per il trattamento dell’obesità. 

Seguirà l’incontro dedicato al “Ruolo della chetosi nello scompenso cardiaco” con Arrigo F. G. Cicero (Presidente SINUT Professore associato presso il Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche, Università degli Studi di Bologna) e Giovanni De Pergola (Professore associato di Medicina interna, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Bari).

L’ultima giornata di lavori prosegue con i focus dedicati a:

Malattie Neurologiche a cura di Cherubino Di Lorenzo (Dipartimento di Scienze Medico-Chirurgiche e Biotecnologie, Università “La Sapienza” presso Polo Pontino, Latina), estensore del protocollo per la consensus sul trattamento delle Cefalee con la chetosi indotta, e  Maria Rosaria Valente (Professore associato di Clinica Neurologica, Dipartimento di Area Me).

Possibile ruolo delle Diete Chetogeniche nel disturbo da binge-eating associato all’Obesità 

PRO: Donatella Ballardini (Direttore Centro Gruber, Servizio di Diagnosi e Terapia dei Disturbi del Comportamento Alimentare, Fondazione Gruber, Bologna) – CONTRO: Riccardo Dalle Grave (Responsabile Unità di Riabilitazione Nutrizionale, Casa di Cura Villa Garda, Garda (VR))

L’evento si svolge grazie al contributo NON condizionante di New Penta, azienda leader nella gestione del peso ad opera del Clinico. L’azienda lavora costantemente alla promozione di iniziative di carattere scientifico finalizzate all’approfondimento e alla conoscenza della dieta chetogenica nel mondo della nutrizione specialistica.

Leggi anche  La remissione del diabete di tipo 2 è possibile

Patrocini:  ADI, SIE, SISDCA, SIO, SINut

INFORMAZIONI GENERALI

L’iscrizione alla diretta streaming dell’evento è gratuita. L’evento è rivolto a medici, biologi, nutrizionisti e dietisti. L’iscrizione potrà essere effettuata compilando il form on line disponibile sul sito https://nume2022.it/il-g8-delle-diete-chetogeniche 

Facebook Comments